giovedì 24 novembre 2011

TORTA DI RISO SALATA D'ORO


Oggi mi sono trovata con un ospite improvviso, e ho dovuto inventare qualcosa che fosse pronto in meno di un'ora e con il frigo praticamente vuoto (ma pieno di yogurt 0 grassi, e insalate varie, i buoni propositi...). Così ho recuperato tutti i pezzetti di formaggio orfani che spesso restano lì dopo che il compagno-della-mia-vita ha rosicchiato tocchi di parmigiano, formaggette dei pascoli della Val di Vara ricevute come affitto di un fabbricato rurale in mezzo al bosco (direi proprio un affitto simbolico, 2 formaggette da ½ k l’una all’anno…), pecorini di Pienza o della Capitale, emmenthal cm3 circa 4 (volevo scrivere "4 centimetri cubi) ecc ecc.. e poi per fortuna due uova superstiti dalla crostata Lemon-curd preparata per la cena a casa di Daniela domani. Ah, anche un fondo di panna liquida, alla fine è venuta fuori...una torta tutta d'oro! Peccato non averla messa in uno stampo da plumcake!!!


Torta di Riso salata d'oro

300 g di riso 
resti di formaggi vari circa 150 (anche 170...) g
latte ca 600 cc, o latte e acqua come ho fatto io
panna ca 150 ml
2 uova (io ho aggiunto 1 chiara sempre superstite dalla pasta frolla)
burro 1 noce grande (1 prugna)
noce moscata
curcuma 1 cucchiaino abbondante
pepe nero parecchio
pangrattato

Mettere a bollire il latte con una presa di sale,  la curcuma e una spolverata di noce moscata.
Intanto imburrare o ungere con olio una tortiera e cospargerla abbondantemente di pangrattato, e grattugiare tutti i formaggi con una grattugia a fori larghi.
Quando il riso è al dente (si sente ancora l’anima, cioè) spegnere il fuoco (il liquido dovrebbe essersi asciugato) e travasare in una insalatiera per fermare la cottura. Aggiungere il burro.
Quando è un po’ meno caldo, condire con i formaggi e le uova sbattute con la panna.
Aggiustare di sale e di spezie.
Versare nella tortiera, cospargere di pangrattato e fiocchetti di burro e mettere in forno a 180° per una quarantina di minuti. Circa 10’ prima di sfornarla ho aumentato a 200°.
E’ una torta salata unica, quel particolare miscuglio di formaggi non sarà mai più lo stesso, ogni volta è una sorpresa!

PS ho aggiunto la Curcuma perchè ieri ho letto qualcosa sulle proprietà di questa radice, molto usata nella medicina Ayurvedica. Così, mentre il latte cominciava a fremere ho pensato...
...e il risultato è ottimo!





SHARE:
Posta un commento
pipdig