sabato 23 settembre 2017

CONIGLIO IN CROCKPOT








Un coniglio tagliato a pezzi
pinoli ca 1/2 tazza
olive taggiasche ca 1/2 tazza
2 acciughe salate (da sciacquare e sfilettare)
rosmarino 
timo 
aglio
alloro 2 foglie
olio
pepe nero
sale
aceto di vino rosso buono
pochissimo vino rosso corposo (un dito circa)

Cospargere con sale e pepe i pezzi di coniglio lavati e asciugati . 
Dopo una mezz'oretta, infarinare ogni pezzetto scuotendo l'eccesso di farina.

In una padella saltare il coniglio fino a doratura in olio extravergine già caldo, insieme a uno spicchio d'aglio in camicia e a un rametto di rosmarino.
   
Trasferire il coniglio ancora caldo nella crockpot con il suo sughetto. 

Nella padella bollente (ma attenzione, a fiamma spenta) versare mezzo bicchiere di aceto rosso insieme alle acciughe sfilettate, sciogliendole con la forchetta. 

Versare l'intingolo sul coniglio nella pentola. 
Aggiungere pinoli e olive e tutti gli odori. Chiudere con il coperchio.

il coniglio appena trasferito nella pentola
Programmare la pentola (o il timer aggiunto) su 6 ore LOW, assaggiando a metà cottura rapidamente se il sapore dell'aceto risulta equilibrato, così come la sapidità. Se troppo asciutto ma giusto di aceto, aggiungere il vino. Controllare la cottura alla fine (io di solito lo capisco dalle cosce, senza assaggiare. Se la carne si è "ritirata" vicino alla parte più stretta, sono pronte).

Servire caldo o freddo di frigo, il giorno dopo si insaporisce ancora e rimane molto gradevole e aromatico.

SHARE:

giovedì 21 settembre 2017

CIAMBELLA PROFUMATA ALLA RICOTTA

Qualcosa di morbido



400 ricotta
300 farina
150 zucchero
100 burro
50 cc di latte intero
3 uova
1 arancia e 1 limone la scorza grattugiata
sale 1 pizzico
vaniglia home made qui
lievito vanigliato 1 bustina

E' importante che ricotta, latte e uova siano a temperatura ambiente, quindi vi raccomando di tirare tutto fuori dal frigo almeno qualche ora prima di preparare la ciambella.
In una ciotola sbattete con le fruste la ricotta con il latte e lo zucchero. Aggiungete il burro fuso e le uova, quindi la farina, un pizzico di sale e gli aromi. Solo alla fine il lievito setacciato (fatelo passare attraverso un colino fine). Finite di miscelare bene il tutto.
Imburrate lo stampo e infornate a 180° per almeno 40/45', perchè la crosticina esterna può ingannare sul reale punto di cottura raggiunto dall'interno. Eventualmente, per rallentare la coloritura della superficie, coprite la ciambella con un foglio di alluminio soltanto appoggiato (non fissato!) prima di infornare.
SHARE:

lunedì 18 settembre 2017

CROSTINI SPEZIATI

Per le zuppe, per le creme di verdura, per le vellutate, per un buffet o una serata davanti alla TV...

I crostini

pane casareccio a cubetti
paprika
pimenton
zenzero
olio EVO


Tagliare il pane a cubetti, porlo in una insalatiera e unire le spezie mescolando bene (conviene usare le mani!)
Disporlo sulla teglia da forno e tostarlo a 200°. Spolverare ancora con le spezie, se serve, e irrorare con olio buono, dare ancora una bella mescolata e servire. 
O sgranocchiare ;) .
SHARE:

Straccetti di chianina panati al pecorino

Teneri e nostalgici...


Tenerissimi davvero e dal sapore di Sicilia.

Avevo questo carpaccio di chianina che mi rimproverava dal frigo, e la Crema di zucca e patate alla curcuma e spezie piccanti che stavo preparando richiedeva un degno accompagnamento, così, pensando al colore dorato della zucca una nostalgia di braciolettine come le preparava la zia di mio padre mi ha colta.
Adoro la "mollica", quel composto che in Sicilia sostituisce il pangrattato così come lo conosciamo qui, al nord (e sì, Roma è nord, per noi siciliani)


Ingredienti

350 gr di carpaccio di chianina
parti uguali di 
pangrattato  
pecorino (romano)
e provolone piccante grattugiato

margarina q.b.
sale e pepe

Mescolate circa 3 cucchiai di pangrattato a 3 di pecorino e 3 di provolone piccante (o nella proporzione che preferite).
Tagliate il carpaccio su un tagliere arrotolando prima le fettine in un blocco unico per velocizzare il lavoro.
Con le mani "aprite" i pezzetti distribuendo bene sopra del sale e del pepe.
Passate i pezzetti nel pangrattato mescolato ai formaggi.
Scaldate bene una padella (possibilmente di ferro) ungendone appena il fondo con la margarina, come si fa per le crepes.
Saltate velocemente a fuoco alto gli straccetti mescolando con un cucchiaio di legno e scuotendo la padella sul fuoco.
Appena hanno perso il colore rosato sono pronti.



SHARE:

CREMA DI ZUCCA E PATATE ALLA CURCUMA E SPEZIE PICCANTI

Presagi d'autunno

Una crema dorata velocissima e pizzicosa quanto basta per ricordare il sole estivo.

Ingredienti

500 gr ca. di zucca pulita e tagliata a cubetti
4/5 patate medie tagliate a pezzetti
1/2 cipolla bianca
1 spicchio d'aglio
brodo vegetale home made ca 1 cucchiaio
pepe nero
pepe di Sechuan
ca 2 cm di radice di zenzero (pelato e tagliato a metà)
curcuma 1 cucchiaio
olio al peperoncino

Fate scaldare del buon olio in una casseruola e rosolate la cipolla e l'aglio tagliati a pezzetti. 
Al momento opportuno aggiungete le patate, mescolate, e quindi la zucca e lo zenzero. 
Lasciate appena saltare il tutto, insaporendo con il pepe nero, e dopo qualche minuto versate acqua tiepida coprendo appena le verdure.
Aggiungete anche il brodo vegetale e lasciate cuocere coperto ca 20 minuti.
Quando è cotto, aggiustate di sale (o con altro brodo vegetale). 
Macinate direttamente nella pentola il pepe di Sechuan e completate con la curcuma.
Frullate con il mixer  aggiungendo a filo dell'olio extravergine.
 Completate con un giro d'olio al peperoncino direttamente nel piatto.
Servite caldissimo con crostini all'aglio o alla cipolla.

Stasera l'ho servita con questi Straccetti di chianina panati al pecorino


SHARE:
pipdig