martedì 12 marzo 2013

PUTO - DOLCETTI FILIPPINI AL VAPORE

Come nuvole di dolcezza...




Mi ringrazierete per questa ricetta, come io sono grata alla mia Signora delle Pulizie che me ne ha fatto dono!
In meno di mezz'ora o poco più dei dolcetti leggeri leggeri, sani che più sani non si può, dal sapore delle buone cose di una volta, una consistenza che non ha niente a che vedere con i prodotti "da forno"...provare per credere!
In genere Priscilla (la mia SdP di cui dicevo prima...) utilizza dosi da reggimento, perchè una volta fatti si mantengono molto a lungo, in frigo coperti con la pellicola.
L'unica, piccola, difficoltà è quella di approntare un sistema di cottura a vapore a chiusura sufficientemente ermetica, di modo che non se ne disperda all'esterno, con un coperchio adeguato a contenere i dolcetti. Priscilla mi ha detto che Castroni a via Cola di Rienzo vende una pentola per cottura a vapore adattissima a contenere gli stampini. Io sono riuscita ad assemblare due diverse pentole sino ad ottenere questo:



Trovo comodo usare degli stampini da muffin in silicone, ma vanno benissimo anche quelli usa-e-getta in alluminio.
Gli stampi vanno riempiti non oltre la metà, perchè l'impasto cresce molto. Vanno messi nella pentola quando l'acqua già bolle.
La prossima volta proverò a cuocere lo stesso impasto in un unico stampo da torta, perché mentre ne facevo fuori due insieme al caffé, ho pensato che con una ganasce al cioccolato fondente devono essere insuperabili...
L'altra variante che mi è venuta in mente sarà con succo d'arancia al posto del latte. Quando avrò valutato il risultato ne scriverò qui.
La prossima volta valuterò anche come vengono con una sola bustina di lievito (penso bene, ma oggi non ho voluto rischiare).
Per ora accontentatevi (si fa per dire, ve ne innamorerete...) di questi!

Ecco le dosi:

250 gr di farina 00
250 gr di zucchero
250 gr di latte
3 uova intere
60  cc di olio di semi (oggi girasole)
1 pizzico di sale
2 bustine di lievito vanigliato Pane degli Angeli (non inorridite, odio il sapore del lievito ma qui non si sente).

Nello sbattitore uova e zucchero, alla massima velocità finchè ben montati.
Aggiungere il latte, poi la farina, il pizzico di sale e il lievito. Fate attenzione ad amalgamare bene, ancora montando.

Versate negli stampini monoporzione, riempiendoli a metà e non oltre, sistemateli sulla griglia della pentola in cui avrete portato l'acqua a bollore, chiudete bene con il coperchio e alzate la fiamma per far riprendere il bollore.
Dopo 20' aprite, lasciate intiepidire e...non mangiateli tutti in una volta!
Con queste dosi si ottengono circa 20 dolcetti come quelli in foto.



SHARE:
Posta un commento
pipdig