TORTA RICOTTA E PERE

Per festeggiare Valeria, 5 amiche affiatate...



L'ispirazione trovata in internet, ma modificata nelle dosi e nella spolverata di cacao finale. Il risultato è stato apprezzatissimo, e più volte chiesto il bis...
Si può, anzi, lo consiglio vivamente, procedere in due step, dividendo il lavoro in due giornate.

Pan di Spagna alle nocciole  (dal ricettario on-line Bimby)
da preparare 2 o anche 3 giorni prima del giorno in cui serve la torta



Zucchero 65 gr
Uova intere 150 gr
Nocciole di Giffoni 90 gr 
Farina 00 30 gr
Burro 50 gr

Ridurre in polvere fine le nocciole frullandole insieme alla farina.
Montare le uova con lo zucchero a lungo (circa 15'), aggiungere quindi il misto di nocciole e farina e alla fine il burro fuso e ormai freddo, mescolando delicatamente dal basso verso l'alto. 
Versare in uno stampo da 22 cm e cuocere a 180° per circa 20 minuti.
Far raffreddare e mettere in frigo, su un piatto ben coperto da pellicola.

Il giorno dopo preparare la farcia alla ricotta. 

Ingredienti


1 barattolo di pere sciroppate
1 pera saporita e matura
zucchero
grappa
mezzo limone
1 cucchiaino o due di maizena

500 gr di ricotta di pecora
250 ml di panna
zucchero a velo (o zucchero passato al Bimby con un pezzetto di stecca di vaniglia)
cacao amaro



Non mi sono fidata troppo del sapore delle pere fresche, così ho usato una pera Williams fresca e un barattolo di pere sciroppate. Le ho leggermente caramellate, insieme, in padella, sbucciate e tagliate a pezzetti (tranne mezza pera sciroppata messa da parte per la decorazione finale), con un cucchiaio di zucchero e del succo di limone, verso la fine ho spruzzato abbondantemente di grappa (ne ho usata una di moscato, ma va bene anche quella alla pera), ho poi aggiunto un po' di liquido delle sciroppate e un cucchiaino abbondante di maizena per far gelificare. Alla fine conviene assaggiare, e nel caso aggiustare di grappa. Far raffreddare bene schiacciando le pere con i rebbi di una forchetta.
Schiacciare con la forchetta e sbattere con una frusta a mano la ricotta mescolata a qualche cucchiaio di zucchero (assaggiare man mano), poi delicatamente aggiungere la panna ben montata. Non fatela troppo dolce, deve essere sì dolce ma attenzione a non renderla stucchevole.
Aggiungere infine le pere preparate, fredde, mi raccomando.

Tagliare a metà, orizzontalmente, il Pan di Spagna alle nocciole, sistemarne una metà sul piatto da portata, bagnarlo molto bene con il succo delle sciroppate mescolato in parti uguali a grappa. Quando siete sicuri che sia ben bagnato (attenzione ai bordi!) spolverarlo con dell'ottimo cacao amaro.  
Sistemare il cerchio di una tortiera apribile intorno a questa base. 
Con un cucchiaio spalmare la farcia di ricotta e livellare bene.
Posare il secondo disco e bagnare molto bene anche questo.
Coprire con pellicola sigillando bene (faccio passare la pellicola sopra al cerchio di metallo e sotto al piatto, più volte) e mettere in freezer.

Il giorno dopo

Togliere il cerchio e spolverare bene di cacao la superficie.


Sistemare sulla torta le fettine ricavate dalla pera lasciata da parte, a ventaglio, e con un po' di panna eventualmente rifinire il contorno della torta.



Mettere in frigo fino al momento di servire. Deve tornare morbida ma restare BEN FREDDA, quindi regolatevi sui tempi.


(E oggi era ancora più buona di ieri, per questo suggerivo di finire di prepararla anche due giorni prima, tanto...non passerà la nottata...)








Posta un commento

Post più popolari