domenica 23 dicembre 2012

TORTA DI NATALE 2012

TORTA DI NATALE 2012


La torta è facile ma buonissima. Il problema è, semmai, nell'isteria prenatalizia, trovare il tempo per realizzare le decorazioni e la pazienza necessaria a sistemarle...però, in caso aveste un marito dedito alla mamma come me, e quindi l'ultima domenica prima del Natale (che è domani...) vi ritroviate con la casa solitaria e silenziosa, niente corse ai regali, niente giri per mercatini o in salumerie sfiziose...si può fare! Serve un Pan de Oro Bauli, essenzialmente perché ha la forma che si intuisce dalle foto, basso e largo, (e buono!) da svuotare delicatamente avendone prima asportato il fondo con estrema delicatezza, data la sua morbidezza.
Non ho usato "bagne" perché la sofficità della mollica tipica del Pandoro secondo me sarebbe stata rovinata da un liquido.
 Ho preparato una crema lavorando con zucchero semolato, prima reso "a velo" da una passata nel Bimby (a velocità sostenuta finchè non diventa impalpabile), della ricotta di pecora, a cui poi ho aggiunto delle scorze d'arancia candite rivestite di cioccolato fondente, tagliate a pezzetti.
Ho aggiunto anche della panna montata, non molta però, per non renderne troppo grasso il gusto.
Si potrebbero usare anche frammenti di marrons glacés al posto delle scorzette candite.
All'incirca, perché vado a occhio, le quantità sono queste:

RIPIENO DI RICOTTA
 500 g di ricotta
150 g di zucchero bimbyzzato (ma assaggiate man mano)
circa 10 scorze di arancia (belle grosse)
circa 120 g di panna montata tutto molto lavorato passando la ricotta con lo zucchero più volte attraverso uno schiacciapatate, perché in frullatore la ricotta diventa liquida.

Ho riempito e poi richiuso il fondo del pandoro, e l'ho sistemato in frigo a rassodare.
 Per la glassa ho seguito la ricetta di Valentina Gigli di Alice.tv, è una glassa fantastica, lucida, morbida, da mangiare a cucchiaiate (potendo...).  Attente perché con le dosi della ricetta ne viene uno sproposito, io quella che è rimasta l'ho messa in un barattolone di vetro in freezer, se resta bella come è oggi la riutilizzerò in altre occasioni.
Altrimenti potete tranquillamente dimezzare le dosi.

 GLASSA MORBIDA AL CIOCCOLATO
panna liquida 3 dl.
uno sciroppo ottenuto facendo bollire 250 cc di acqua con 340 g di zucchero semolato
50 g di glucosio
600 g di cioccolato fondente (la ricetta dice a 55%, io amo quello al 70% e quello ho messo, ed è squisita!)

 Far bollire lo sciroppo finché la goccia fatta cadere su un piattino rimane bella rotonda e non cola (questo metodo ho usato, la Gigli non spiega, ma è andata bene!), aggiungere il glucosio e il cioccolato sciolto al microonde nella panna.
Mescolare bene con una frusta e colare sulla torta.
Mettere in frigo per un'oretta, per far sì che le decorazioni non scivolino miseramente sulla glassa ancora tiepida giù... giù... giù..., molto lontano da dove vorreste invece che rimanessero...:)
Per le deco ho utilizzato pasta di zucchero bianco e 3 palline di rosso...non avevo più verde, quindi niente foglie di agrifoglio...magari aggiungerò delle palline d'argento...

BUON NATALE A TUTTI VOI!
Posta un commento

CROSTATA DI FRUTTA AL LIMONE

Devo dire che la crostata di limone è uno dei miei dolci preferiti, ma solo ed esclusivamente questa, con il Lemon Curd, la crema ing...