martedì 10 aprile 2012

CASSATA SICILIANA AL FORNO

La amo svisceratamente, insieme a quella classica, meraviglia degli occhi e della bocca!
Questa è rapidissima, buona da morire, resiste parecchi giorni in frigo e si mangia a pranzo, a cena, a colazione, con il the, in piena notte...e non è nemmeno tanto calorica (confrontata ad altri dolci, è ovvio...)!

La frolla l'ho fatta con lo strutto al posto del burro, e in effetti è più friabile e leggera al gusto, provare per credere (oppure fare la solita)

L'involucro
400 g di farina
200 g di strutto
200 g di zucchero (lo Zefiro è meglio, oppure passare lo zucchero al Bimby per circa 1 minuto)
4 tuorli
poca poca scorza di limone grattata (ne ho usate 2 strisce, tagliate con il pelapatate e tritate fini)
1 pizzico di sale

Impastare velocemente il tutto e mettere in frigo almeno mezz'ora, meglio una notte.

Il ripieno
ca 1 kg di ricotta di pecora (una parte se ne andrà con gli "assaggi", e a ogni passaggio di figli o compagni...)
zucchero Zefiro qb (200 g circa, ma é individuale)
zucchero vanigliato home made (qui) circa 1/2 cucchiaio
80/90 g di cioccolato fondente al 70%
scorze candite di arancia qb

Ho scritto qb perché il mio consiglio è quello di assaggiare!assaggiare!!assaggiare!!! man mano che lavorate la ricotta con una forchetta o con una paletta semirigida incorporando lo zucchero (e lo zucchero vanigliato).
Ricordate di NON frullare mai la ricotta perché diventerebbe semi-liquida perdendo consistenza. Va semplicemente incorporato lo zucchero poco a poco, fino a raggiungere il sapore che gradite.
Fatto questo, spezzettare (sempre senza frullatore!) il cioccolato (l'ho messo tra due fogli di carta-forno e preso a martellate...) e tagliuzzare le scorzette in cubetti; aggiungere il tutto alla ricotta mescolando poco e delicatamente, altrimenti il cioccolato annerisce la ricotta.

Stendere la pasta in una teglia rotonda facendola sbordare, riempire con la ricotta, chiudere con un altro disco e spennellare con tuorlo misto a pochissimo latte (meglio usarlo anche per incollare il secondo disco sui bordi del primo).
Magari fare qualche decoro al centro (foglie, palline, roselline).

Infornare a 180° fino a doratura omogenea (circa 45' nel mio forno).

Mettere in frigo (ci resterà poco...troppo poco...ma, se resistete, dovrebbe riposare circa 24 ore prima di essere gustata).



Posta un commento

CROSTATA DI FRUTTA AL LIMONE

Devo dire che la crostata di limone è uno dei miei dolci preferiti, ma solo ed esclusivamente questa, con il Lemon Curd, la crema ing...