SPEZZATINO DI AGNELLO CON PATATE E CARCIOFI

Prove tecniche di Pasqua...
Stasera avevo intenzione di preparare almeno le basi per il pranzo di Pasqua, per non trovarmi in cucina domenica prossima mentre potrei stare sulla spiaggia a prendere il sole, a Torre. Così ho disossato e tagliato a tocchetti un cosciotto di agnello, pensando di cucinare tutto e congelare, visto che ho in programma di realizzare dei tortini.
Il risultato è stato che il profumo era così buono...ma così buono...che alla fine stasera abbiamo mangiato tutto! E vabbé, lo rifarò...L'aspetto positivo della faccenda è che così scrivo qui il procedimento, e a qualcuno, chissà, potrà tornare utile.

E' tutto molto semplice, amo nelle ricette tradizionali sentire i sapori e gli aromi senza sovrapposizioni, quello che credo sia importante è che ci sia una estrema cura sia nella scelta degli ingredienti che nel processo di cottura, per esaltare anche il piatto più povero.

1 cosciotto di agnello disossato e tagliato a piccoli pezzi
4 patate a cubetti
4 carciofi a spicchietti
2 o 3 spicchi d'aglio rosso schiacciato con la "camicia"
rosmarino 3 o 4 rametti freschi
maggiorana fresca
menta fresca
salamoia bolognese 1 cucchiaino
sale q.b.
pepe nero abbondante
olio extravergine pochissimo

Allora, dopo aver disossato e tagliato a piccoli pezzi il cosciotto, ho scaldato pochissimo olio, appena quello necessario per ungere il fondo di un tegame di alluminio antiaderente, con uno spicchio d'aglio vestito e schiacciato e due rametti di rosmarino fresco.
Ho lasciato aromatizzare l'olio senza far friggere, ho aggiunto i dadini di agnello e una bella spolverata di pepe. A fuoco molto alto ho lasciato rosolare mescolando, non ho aggiunto né acqua né vino, rosmarino e pepe bastano a dare un aroma divino, del resto i dadini cuociono in fretta. Eventualmente ogni tanto coprire con un coperchio per non rischiare di far asciugare troppo il grasso che l'agnello tira fuori. Verso la fine ho salato e trasferito tutto in una terrina, al caldo.
Nel grasso di agnello rimasto nel tegame ho versato quattro patate tagliate a cubetti non troppo grandi, un altro rametto di rosmarino e altro pepe. Ho fatto cuocere i dadi di patata  (aggiungere un po' d'acqua solo per non far bruciare, se serve), ho salato con la salamoia bolognese e aggiunto i carciofi già tagliati a spicchietti, portando tutto a cottura (lascio i carciofi piuttosto al dente). Niente vino, eventualmente ancora solo un goccio d'acqua. Alla fine nel tegame insieme alle verdure ho riversato l'agnello e un trito di maggiorana e menta fresche, aggiustato di sale e pepe e poi...messo nei piatti anziché in frigo...


Posta un commento

Post più popolari