venerdì 27 luglio 2012

TORTA DI PESCHE



Una torta di frutta, morbida come un budino, da pigra colazione estiva o cena sotto una pergola di rose , leggera e sfiziosa dal gusto un po' asprigno, perfetta per i giorni di canicola...

200 gr farina
4 pesche grosse (regolatevi sulla quantità se ne avete di piccole)
125 g burro
200 g zucchero
3 uova
1/2 bustina di lievito
1 yogurt (ho usato quello al latte di mandorle, ma va bene qualunque altro tipo), oppure mezzo bicchiere di latte o, anche, di acqua
scorza di limone e di arancia
1 pizzico di sale
zucchero al velo

Ho usato il Bimby con la farfalla inserita per la preparazione dell'impasto, e le fruste a immersione per montare le chiare.

Se non avete della scorza di limone e/o di arancia già pronta in frigo (io la preparo quando ho limoni o arance bio a disposizione, frullando le scorze con lo zucchero e riponendola in vasetti di vetro in frigo), prima di montare la farfalla nel Bimby frullate la scorza di un limone con una parte dello zucchero della ricetta, poi inserite la farfalla senza vuotare il boccale e procedete con il burro e il rimanente zucchero...


Procedimento:

Tagliare a pezzi le pesche lavate e sbucciate grossolanamente.
Nel Bimby con la farfalla inserita montare il burro con lo zucchero per almeno 5 minuti, aggiungere poi i tuorli uno alla volta facendoli incorporare bene prima di versare il successivo, quindi lo yogurt, la farina, il lievito e la scorza grattugiata (se non l'avete fatto prima).
Azionare ancora per qualche minuto a vel. 6 spatolando prima le pareti del boccale, per evitare disomogeneità nell'impasto. Versare le pesche tagliate nel boccale e azionare a vel.2 per mescolarle senza frantumarle.

Nel frattempo montare le chiare a neve con il pizzico di sale. Nella stessa ciotola versare il contenuto del boccale e mescolare dal basso verso l'alto delicatamente.

Versare nella tortiera imburrata e infornare a 180° per circa 40'.

Lasciar intiepidire, sformare e spolverare con abbondante zucchero al velo.

Molto buona appena appena tiepida, comunque da tenere in frigo se ne avanza (!) per non farla inacidire visto il caldo che fa...

SHARE:
Posta un commento
pipdig