domenica 28 ottobre 2012

ANELLETTI GRATINATI


Oggi un timballo di anelletti parecchio diverso...lo faccio spesso perché rapidissimo e gustoso, perfetto da preparare in anticipo e molto molto apprezzato. 
La cottura degli anelletti richiede un po' di attenzione, perchè gli anelletti, a causa della loro forma, tendono ad attaccarsi al fondo della pentola. La ricetta originale prevede infatti la cottura direttamente nella besciamella, che però va diluita, man mano, con latte bollente perchè altrimenti il tutto diventa una massa collosa (esperienza diretta!).
L'alternativa rimane la classica cottura in acqua salata, con un rapido trasferimento, quando la pasta è  ancora parecchio al dente, nella besciamella bollente in cui completare la cottura. Ultimamente uso questo secondo metodo, meno...ansiogeno.




In una casseruola rosolare 80 g di pancetta tritata con 30 g di burro, unire 20 g di farina e poi a poco a poco 7 dl. di latte caldo. 
Portare ad ebollizione sempre mescolando, unire 350 g di anelletti e, sempre girando, farli cuocere finchè non sono teneri e il composto si presenta cremoso ma denso.
Fuori dal fuoco aggiungere un tuorlo d'uovo, una spolverata di noce moscata e 200 g di caciocavallo tagliato a dadini.
Versare il tutto in una pirofila unta e cosparsa di pangrattato, coprire tutto con un velo di pangrattato misto a parmigiano, infiocchettare di burro e porre in forno caldissimo finché sono ben dorati.


SHARE:
Posta un commento
pipdig