COTOGNATA SICILIANA





Ieri ho raccolto le mele cotogne dal mio elegantissimo albero, sono tante, grandi, profumate. Ho preparato la cotognata, quella nelle formine che si regalava la mattina dei Morti, satinata e brillante di cristalli di zucchero sulla superficie...profumo di un magnifico Novembre...




COTOGNATA SICILIANA

2 Kg di mele cotogne
700 g di zucchero
1 limone
3 chiodi di garofano
un'idea di cannella

Ho lavato e spazzolato le mele per togliere la peluria dalla buccia, e le ho messe in una pentola con acqua,  chiodi di garofano e mezzo limone (acqua fino a metà delle mele).
Ho lasciato bollire coperte per circa 1 ora. Una volta spento il fuoco ho lasciato intiepidire.

Ho tolto la buccia, il torsolo (e le varie imperfezioni)  alle mele, ho rimesso le bucce e i torsoli  nell'acqua dove avevano bollito precedentemente le mele,  e ho lasciato cuocere fino a sfaldamento completo. Poi ho passato questa poltiglia al passaverdura.

Intanto avevo sistemato i pezzi di mela completamente nettati nel boccale del Bimby e fatto omogeneizzare a vel.5, insieme a 700 g di zucchero ogni Kg di mele.

Ho aggiunto nel boccale la poltiglia ottenuta dal passaverdura insieme a un cucchiaino di zucchero vanigliato "home made" e a un pizzico di cannella, e fatto cuocere a temperatura VAROMA per 45/50' vel.4.

A questo punto si dovrebbe ottenere una composta vellutata di un bellissimo color ambra.

L'ho versata ancora caldissima, aiutandomi con un cucchiaino, nelle formine di silicone e lasciato asciugare circa 4 ore.

Le ho estratte delicatamente e sistemate, capovolte, su un grande piatto cosparso di zucchero Zefiro per  completare l'asciugatura, dopo averle cosparse di Zefiro anche in superficie.

Sono già buonissime così, ma è indispensabile farle essiccare benissimo per non rischiare di ritrovarle tutte ammuffite fra qualche giorno. Una volta si lasciavano al sole per qualche giorno, rigirandole ogni tanto, ma qui il sole non c'è, allora penso vada bene il forno ventilato senza temperatura. Devono solidificare ben bene.

PS se non avete le formine in silicone (le più comode) potete travasare la composta in una teglia larga ad uno spessore di 2/3 cm, e una volta solidificata tagliare dei quadretti da passare nello zucchero.

Posta un commento

Post più popolari