sabato 26 gennaio 2013

ZUPPA DI BROCCOLO ROMANESCO CON L'ARZILLA SCAPPATA

A volte mi prende una voglia...ma una voglia...di sapori forti, veraci, sapidi, piccanti, robusti...ma chissà perché...

Allora, fa freddo, non ho l'arzilla, che ci starebbe tanto tanto bene, forse in emergenza potrebbe andare bene anche un po' di merluzzo, ma non ho nemmeno questo, così uso le acciughe sotto sale (mmmh che buone) e voila:



Ingredienti:

1 broccolo romano (quello verde con le cimette a punta)
4 acciughe salate (sciacquate e spinate)
1 spicchio di aglio
peperoncino
qualche pomodorino fresco o un paio di pomodori pelati
olio
spaghetti spezzati q.b.

Far dorare nell'olio l'aglio e il peperoncino, aggiungere le acciughe e farle sciogliere, poi i pomodori, e far andare un paio di minuti.
Aggiungere il broccolo diviso a cimette, farlo insaporire, allungare con acqua, aggiustare di sale, e far cuocere. Alla fine aggiungere gli spaghetti spezzettati e portare a cottura.
Un giro d'olio a crudo...ottima....

Chi avesse l'arzilla deve prima lessarla in acqua per una mezz'oretta e poi utilizzare il brodo ottenuto per la minestra di broccolo al posto dell'acqua riducendo o eliminando del tutto le acciughe. Verso la fine della cottura degli spaghetti aggiungere anche la polpa dell'arzilla opportunamente sfilacciata.

La foto, che mi ha fatto ricordare di questa antica ricetta romana, viene dal blog "Scattidigusto" che mi piace tanto perché parla di Roma e di cibo...blog interessante, con un unico neo: l'uso asfissiante dell'aggettivo "guascone" per definire, sempre e comunque (che noia...) ogni piatto dal sapore forte...;))
SHARE:
Posta un commento
pipdig