mercoledì 27 marzo 2013

TIELLA RISO PATATE E COZZE

Una nostalgia di Sud...




per 4 persone:

1 Kg di cozze
250 gr di riso
500 gr di pomodorini
500 gr di patate
2 cipolle di Tropea
circa 4 cucchiai di pecorino
pangrattato mescolato a poco pecorino q.b.
aglio
basilico
prezzemolo
sale, pepe e peperoncino

Per prima cosa lessare le patate con la buccia.
Intanto rosolare appena nell'olio uno spicchio d'aglio con del prezzemolo (e il peperoncino), aggiungere le cozze lavate, coprire con il coperchio e e aspettare che si aprano (circa 5').
Far sì che cuociano lo stretto necessario ad aprirsi appena, poi estrarle dal tegame e recuperare tutti i molluschi. Lasciarne alcuni nel guscio per la decorazione finale. Filtrare l'acqua di cottura attraverso un colino fine, o un tovagliolo.
(Dopo l'acquisto, e finché non debbono essere usate, è bene tenere le cozze in frigo, immerse in acqua e sale.)

Lavare i pomodorini, tagliarli a metà e condirli con il sale e il basilico spezzettato in una ciotola.
Tagliare a fette sottili le cipolle.
Sciacquare velocemente il riso in un colino sotto acqua corrente.

Sul fondo di una teglia (ne ho usata una rotonda di pyrex), fare un giro di olio, distribuire le cipolle, l'aglio tritato con prezzemolo, e alcuni pomodorini con il basilico, il pepe e una spolverata di pecorino.

Su questo strato, disporre metà delle patate affettate in fette di circa 1/2 cm di spessore.

Distribuire adesso le cozze senza guscio.
Sulle cozze spargere il riso, e completare con i restanti pomodorini, il prezzemolo e l'aglio tritati insieme, l'altro pecorino e l'olio.

Sul tutto completare con le patate rimaste, badando a chiudere bene il riso in modo che non bruci.
Cospargere con il pangrattato miscelato a pecorino, e altro pepe. Finire con un giro di olio.

Versare adesso l'acqua delle cozze. Quando la tiella sarà in cottura, controllare che ci sia sempre del liquido sufficiente a cuocere il riso, ed eventualmente aggiungere dell'acqua calda (in cui si può mescolare un cucchiaio di passata di pomodoro), facendo attenzione a che, alla fine, il tutto non riesca brodoso.

appena messa nel forno


Mettere in forno caldo a 200° per una ventina di minuti, abbassando poi a 180° per altri 20.
Alla fine, se il pangrattato sulla superficie non è ancora dorato, accendere il grill fino a far formare la crosticina.

Si mangia tiepido.

PS. ne ho fatto anche una versione con il Misto Cereali (riso, grano saraceno e miglio), buonissima. Quella volta avevo pochi pomodorini, ho usato quindi qualche cucchiaio di una passata bio rustica per integrare.


SHARE:
Posta un commento
pipdig