RISOTTO DI SETTEMBRE (fichi e prosciutto)



Settembrini perché sono ancora più buoni...sono fichi struggenti, fichi dal sapore di un addio, l'estate sta finendo e con un ultimo sussulto ci regala questa meraviglia.
I fichi hanno dentro tutta la dolcezza del rimpianto.
Che poi il rimpianto è tutto tranne che dolce.
Il rimpianto è doloroso, ma riveste di zucchero il ricordo della persona, o della situazione, perdute, e questa dolcezza stilla dai settembrini...

Bene, in una sera di solitudine ho deciso che chi meglio di me stessa avrebbe saputo consolarmi e coccolarmi? E ho inventato questo risotto, solo ed esclusivamente per ME.
Non sono in grado di trascrivere dosi, e probabilmente non é necessario, basterà seguire il cuore. ;)

Ingredienti

1 piccola cipolla
prosciutto crudo San Daniele (ovviamente dotate del loro bel grasso rosa)
alcuni fichi (i settembrini sono verde tenero, l'accordo con il rosa è magnifico) lavati e divisi in 4
burro
pepe
vino bianco
brodo bollente
riso q.b.

Rosolata la cipolla in poco burro e pepe (la cipolla dà il meglio di sé se condita con il pepe nero), ho aggiunto il riso, fatto tostare, versato il vino bianco lasciandolo poi evaporare.
Ho tagliuzzato le fettine di prosciutto e diviso i fichi in quattro spicchi senza sbucciarli, perché nella pelle dei fichi c'è tutto il profumo di settembre.
Dopo aver lasciato evaporare a fuoco vivace il vino, ho mescolato al riso metà del prosciutto e dei fichi, e portato a cottura secondo il procedimento solito.
Alla fine ho mantecato velocemente il risotto con il resto del prosciutto e dei fichi, badando però a non farli cuocere.
Si può aggiungere pochissimo parmigiano, ma proprio pochissimo!
Buone coccole. 
Posta un commento

Post più popolari